mercoledì 31 dicembre 2008

Previsioni meteo, Befana con la neve

Si amici del blog, ormai da giorni i modelli continuano a prevedere un'ennesima irruzione fredda per il periodo dell'epifania; gia da domani 1° gennaio il maltempo dopo aver colpito il nord con nevicate, è destinato a colpire anche il centrosud con piogge e nevicate sugli appennini, per l'ingresso di un sistema frontale che aprirà la strada ad una ennesima irruzione fredda che, nel periodo dell'epifania, porterà il gelo su mezza Europa.
Sui balcani, sulle vicina Svizzera ed Austria, sulla "mittel Europa" avremo valori termometrici di freddo intenso ( la cartina allegata evidenzia in modo inequivocabile le bassissime temperature a 850 hpa, intorno ai 1200/1500 metri di quota), mentre sulla nostra penisola avremo temperature in sensibile diminuzione al nord e sui versanti adriatici del centro, con nevicate a quote collinari e probabilmente anche sulla costa.

Staremo a vedere amici sbloggati, il clima continua ad essere estremamente dinamico e difficile da prevedere oltre i quattro/cinque giorni, ma proprio per questo potrebbe riservarci parecchie sorprese, ad ogni modo auguro un felice anno a voi tutti ed un arrisentirci alle prossime.

martedì 23 dicembre 2008

Un altro post di Natale

Cari sbloggati non ci siamo. Sono passati tanti anni insieme e ancora non ci conosciamo. Il primo post di Natale è quello che NON deve essere. E' un Natale che non voglio e che non accetto.

Le luci si devono accendere dentro di noi, non voglio sms,telefonate o email di auguri. Non li accetto. Il regalo che non ha valore è un abbraccio. Un abbraccio non si consuma, ne si dimentica....ne si ricicla.
Io auguro a tutti voi di dare e ricevere un abbraccio. Di essere sommersi dalla neve cosi fredda e cosi soave da soffocare le nostre tristezze e di svegliarsi nel 2009 pieni di energia e voglia di sperare ancora. Un abbraccio a tutti voi che non avete la possibilità di riceverlo da me, o che vi accontentate di una stretta di mano del post 'natalizio' precedente. 
fraN presente

lunedì 22 dicembre 2008

Un post di Natale

Manca poco alle festività di dicembre, le città sono illuminate quasi a giorno, i balconi della gente sono piene di lucine colorate quasi a creare un illusione. Tutti siamo più buoni durante queste feste, tutti sentono il dovere di fare falsi auguri a falsi amici. Siamo circondati da panettoni e pandori riciclati, che pazientemente aspettano di essere divorati sotto un tiste abete plastico. Regalini fatti con la calcolatrice sono li, in pacchetti tutti luccicanti , che come stelline di una galassia lontana creano una bella visione di benessere inesistente. Poi arriva il 24 e tutti sanno che fra poco arriverà il 25,  si fanno belli e lindi sotto il sole ormai tropicale. Aspettano la notte del 24, magari vanno in luoghi sacri perchè li c'è più gente che in discoteca. Il 25 si ricompongono le famiglie , ormai rotte , si fanno auguri a tutti i falsi amici escludendo i falsi nemici, si certo è Natale, ma non si può pretendere troppo. Si beve e si mangia, poi arriva il capodanno...un anno nuovo di crisi si affaccia...ma si, andiamo avanti cosi, nella catastrofe ma sempre con un falso sorriso e un pessimo ottimismo.


venerdì 19 dicembre 2008

La valle dei Mall!!!



La valle dei Mall!!! Questo era il titolo di uno studio di un gruppo di economisti Olandesi ed Inglesi che hanno provato a studiare il fenomeno commerciale che si è abbattuto, si stà abbattendo e si abbatterà (Ikea prossima apertura) nella nostra zona. Adesso però iniziano i guai!!!!!!! Infatti è stata annunciata la chiusura del punto vendita Conforama, ex EmmeZeta, si, proprio quello che aprì per primo tredici anni orsono!!!! Ed i dipendenti? Nessuno problema!!!!!TUTTI A CASA!!!!!!! Che bel regalo di Natale!!!!!!!! La tristezza la vedi e la leggi nei volti di tutti i dipendenti, e, se poi ci parli, la cosa è ancora più triste, esiste una sola risposta " Adesso che faccio a 50 anni?". Cosa dò da mangiare alla famiglia? Come lo pago il mutuo per la casa?

martedì 16 dicembre 2008

L'abruzzo, gli abruzzi e gli altri

E si scoprì che tutto era falso e falsificato. E si scoprì che tutti lo sapevano. 

Piccola regione di pochi abitanti, il nostro caro abruzzo, ha dimostrato di essere degna di appartenere al territorio nazionale. Sembra che tutti siano indagati, che bello...stasera tornerò a casa con i miei soliti problemi ma sicuramente non avrò la polizia che mi aspetta....anche perchè non ho votato. Siamo arrivati al punto che se votare è un diritto, non farlo a queste condizioni sia un dovere. Ora iniziano i 'salvataggi', gente che cerca di giustificare come sempre. Questi li odio di più. Si può fidare di un disonesto che afferma che l'altro è disonesto? 

I giornalacci non vedono l'ora di archiviare il caso...fra poco non se ne parlerà più. Si ritornerà a parlare di rossi e neri, di sporchi e puliti....è Natale ragazzi.....l'abruzzo è solo una piccola regione di pastori. Il dato non rappresenta la tendenza nazionale. Il problema è locale..si è vero..è locale...è solo italiano. Adottiamo politici stranieri.

16 dicembre


Il 16 dicembre è una di quelle date che anno dopo anno ritornano con uno strano sentimento tra l' aspettativa e la riconoscenza, anche se non so bene il perché: è in mezzo a vari compleanni familiari; è il giorno in cui è nato sia Ludwig van Beethoven sia un amico di famiglia, quasi un secondo padre; è vicino ad anniversari più o meno felici e, poi, il natale alle porte, che a chi ha figli richiede un impegno diverso, e, poi, i parenti e i ricordi di altre feste, lontane...

Questo sedici dicembre vorrei avere tutti i nomi, tutte le facce, tutte le cifre di chi ha partecipato al banchetto in Comune, ma, da mesi, ha preso il volo. Topastri. Perché è questa la vera radice della corruzione, a mio avviso, l'amicizia per potere, che si dissolve appena la situazione imbarca acqua ...il resto sono storielle per noi cittadini.

domenica 14 dicembre 2008

Informazione

venerdì 12 dicembre 2008

Maltempo, non se ne esce!!! Per Natale... fredde sorprese?

Amici del blog, da ormai oltre un mese il mediterraneo è una specie di magnete che continua ad attrarre perturbazioni, innescando depressioni con intense fasi di maltempo. Quest'ultima ha provocato ingenti danni in alcune zone del nostro paese, e francamente sentir dire da qualche sindaco che le previsioni non parlavano di questo è veramente troppo!!! Certo, nessuno può prevedere le quantità di precipitazioni in una determinata zona con precisione assoluta, ma questa volta gli ingredienti c'erano tutti e l'allarme era stato lanciato ma, come spesso accade, è rimasto inascoltato.

Ora c'è una breve pausa, con un certo miglioramento di 24/36 ore, dove il tempo non sarà proprio bello ma le condizioni miglioreranno; purtroppo già da domenica al nord tornerà il maltempo, con fasi di nuovo fortemente perturbate e questa volta a preoccupare sarà il manto nevoso delle alpi, dove già ci sono accumuli notevoli, e sono previste nuove intense nevicate (previsti accumuli nevosi quasi da record), che aumenteranno notevolmente il rischio di slavine e valanghe.

Per il lungo termine c'è da segnalare un aspetto: finalmete è iniziato il raffreddamento delle sterminate pianure russe e si sta formando una potente alta pressione che, come sempre, fungerà da congelatore naturale della nostra Europa e, se il dinamismo meteo che abbiamo avuto fin'ora continuerà anche in futuro, alla prima occasione avremo fredde sorprese.

Un saluto ed alle prossime, e se qualcuno andrà a sciare sulle alpi, di neve ne troverà tanta forse troppa, per cui attrezzatevi ed evitate i fuori pista, che ques'anno saranno particolarmente pericolosi.

martedì 9 dicembre 2008

Meteo dicembre, in arrivo forte maltempo

L'autunno quest'anno si è fatto sentire spesso con il suo volto più perturbato, direi quasi invernale; se ne sono accorti un po' tutti nel nostro paese, sardi, calabresi, pugliesi, piemontesi, toscani, liguri etc. etc. Forse l'unica zona in cui il maltempo è stato un po' benevolo è la fascia costiera del medio adriatico, che spesso si è venuta a trovare sottovento rispetto alle depressioni, al riparo dei massicci appenninici.
Ora però siamo alla vigilia di una intensa fase di maltempo che, tra le giornate di mercoledi 10 dicembre e venerdi 12, colpirà tutto il territorio nazionale senza esclusioni. Infatti in queste ore è in arrivo una ennesima perturbazione dal nord atlantico, che scaverà una profonda depressione sul mar tirreno; quindi avremo una ventilazione molto sostenuta a carattere ciclonico con mareggiate che, sulle coste joniche calabresi saranno particolarmente violente; le precipitazioni saranno intense e peristenti tanto al nord quanto al centro ed al sud; su alcune zone pedemontane esposte ai venti ciclonici vi è il rischio di possibili alluvioni. (la mappa del GFS mostra intense piogge al centro sud per il pomeriggio di giovedi 11)

Insomma amici del blog, dopo una breve tregua nel ponte dell'immacolata prosegue l'intensa attività meteorologica in sede europea, la neve per il momento si è mostrata abbondante soprattutto al nord, vedremo in futuro cosa attenderci.

lunedì 8 dicembre 2008

Alluvioni in Brasile, dopo acqua e fango arrivano le epidemie

C'è una città nel sud del Brasile di nome Blumenau nota per ospitare una "October Fest", unica nel Brasile e forse in tutto il continente latino americano; questa città ha chiaramente profondi legami con la Germania e molti dei suoi abitanti hanno discendenze teutoniche. Mi ha fatto una certa impressione vedere le immagini della devastazione causata dalle piogge alluvionali, dei tanti morti causati dalle colate di fango all'interno di una zona "ricca" ed efficiente nel sud del Brasile.
Ora dopo i giorni di emergenza in mezzo a fiumi di fango, dove i morti accertati sono 116, 31 le persone risultanti disperse ed 80.0000 quelle rimaste senza casa, inizia una nuova emergenza nell'emergenza: il rischio di epidemie su larga scala; già accertati dieci casi di leptospirosi, una malattia trasmessa dai ratti che con le loro urine possono contaminare facilmente acqua ed alimenti nelle aree alluvionate. vedi link 4/12/08 - Brasile, dalle alluvioni alle epidemie.
La natura ancora una volta si è ribellata alle briglie che l'uomo le aveva montato pensando di domarla e dominarla, riprendendosi spazi e territori sottratteli senza criteri, per dar spazio a speculazioni e cinici affari, anche in una nazione immensa come il Brasile, dove di certo non mancano i territori disponibili.

giovedì 27 novembre 2008

Una nuova New Orleans

Ora è evidente, la stampa italiana è oscena.
Sono giorni che uno Stato del Brasile sta soffrendo una tragedia, e i nostri giornali non riportono nulla di nulla.
Santa Catarina (dove sono stato) è allagata, si contano già 100 morti. 75000 persone sono senza casa, una nuova New Orleans.
Certo. Una New Orleans che non interessa a nessuno. Non importa che nello stato di Santa Catarina vive una comunità numerosissima di italiani...non importa che ci sono città che si chiamano Nova Trento. No..la tragedia che si sta consumando li non ha importanza.

Gli inviati dei giornalacci vanno in Brasile solo per il Carnavale a fotografare le parti intime.

L'informazione in Italia fà sempre più schifo.

Per chi ha la fortuna di capire il portoghese: Diario Catarinense

mercoledì 26 novembre 2008

Neve immaginaria

Nevica, anche se nessuno se ne è accorto.
Ormai non passa giorno che non nevica.
Una neve che copre tutto, sopratutto la verità.
Meglio lasciar perdere le discussioni filosofiche , meglio approfittare per sciarci sopra...e chi non sa sciare dovrebbe imparare. Lo sci diventerà lo sport nazionale. Sciare sopra la verità, sopra la giustizia, sopra i valori, sopra ogni fiore e pietra è segno di potere. Potere che non si scioglie a primavera: neve eterna in un'epoca glaciale.
People la cena si farà martedi 2 dicembre. Se non nevica.

martedì 25 novembre 2008

Meteo dicembre, arriva il gelido respiro russo/siberiano?

Amici del blog, anticipo una previsione a lunga scadenza per il periodo dell'immacolata (tra l' 8 ed il 12 dicembre): sul nord Europa si dovrebbe instaurare una vasta e robusta alta pressione che arriverà fin sul mare di Norvegia ed oltre e così lungo il suo bordo orientale si dovrebbe sganciare un blocco di aria gelida dalla regione sarmatica (nord della Russia), aria davvero fredda e pesante che, pilotate dalle correnti di nordest, dovrebbe arrivare sulla nostra penisola passando dai balcani.

Queste previsioni che, data la considerevole distanza temporale, attendono conferme nei prossimi giorni, ci porterebbero il freddo gelido e, soprattutto sulle regioni adriatiche, la possibilità di precipitazioni nevose anche lungo i litorali, per la gioia dei numerosi amanti della "dama bianca".
Vedremo amici sbloggati cosa accadrà, per il momento va evidenziato, la notevole dinamicità meteorologica, che sta portando parecchia pioggia sulla nostra penisola e lo fara anche nei prossimi giorni.

mercoledì 19 novembre 2008

MARE NOSTRUM

É da domenica che mi è venuta la voglia di scrivere questo post..... qualcuno di voi ha visto Report?
http://www.report.rai.it/R2_HPprogramma/0,,243,00.html – Mi è sparita la voglia di mangiare il pesce.... anche se mi piace moltissimo, crudo o cucinato, di qualsiasi tipo o regione...Ovviamente anche se sono bolzanina, non sono del tutto stupida, sono a conoscenza delle balle che ci propinano regolarmente sul pesce fresco e sulla sua bontà dal punto di vista nutrizionale, dimenticandosi spesso di rilevarne la tossicità e la provenienza spesso dubbia.
Ma l'altra sera mi sono davvero arrabbiata: possibile che ci siamo mangiati tutti quei soldi della comunità europea e continuiamo a distruggere le nostre coste per catturare qualche pesce in più? Possibile che per continuare a mangiare i nostri bei pesciolini stiamo facendo lo stesso alle coste africane? Possibile che la nostra ingordigia non abbia freno? E i pescatori sono davvero così in crisi? E così ignoranti? Da dove si può partire per ricostruire una sana cultura del mare?

sabato 15 novembre 2008

Meteo lungo termine, arriva il freddo!!!

Si amici del blog, la sensazione che in pentola c'era qualche novità per gli amanti del brivido freddo ha trovato conferma nei modelli per il lungo termine. L'anticiclone delle Azzorre nel corso del prossimo fine settimana (22/23 novembre) si porterà su latidudini elevate nel nord atlantico fin verso l'Islanda e la Groenlandia, e questo favorirà la discesa di aria molto fredda di origine artica fin nel cuore dell'Europa, Italia compresa, con due impulsi perturbativi principali, uno proprio nel Week end citato, ed un'altro più gelido intorno al 27 novembre. Azzardarci sugli sviluppi di eventuali precipitazioni nevose è sinceramente poco serio data la distanza temporale, ma di certo assisteremo ad un sensibile calo termico.

Allora amici del freddo, appuntamento tra una settimana circa, quando inizieranno le incursioni fredde meridiane con l'arrivo di masse d'aria di origine polare, che caratterizzeranno la fine di un novembre 2008, iniziato con un clima quasi estivo e che probabilmente ci costringerà per la fine dei suoi giorni ad indossare sciarpe e cappotti.

venerdì 14 novembre 2008

MAMMA AFRICA

...colpisce il bersaglio, perchè quando è musica vera e sincera, quando è parte di te, della tua anima e delle tue radici, valica monti, attraversa oceani, non conosce ostacoli, abbatte segregazioni o censure.
A volte bastano semplici note messe insieme in una bella baia Brasileira, che MAMMA AFRICA le fa sue, perchè Lei è la musa ispiratrice, Lei è Mamma Africa appunto, ed ascoltare è joia, è alegria, è beleza.

giovedì 13 novembre 2008

Miriam MAkeba sempre nel cuore


Miriam Makeba, più comunemente chiamata Mamma Africa è morta qualche giorno fa proprio in Italia, dopo la fine di un concerto di solidarietà a Roberto Saviano.
Il Sud-Africa ha proclamato un lutto nazionale,
il mondo le ha dedicato special televisivi, radiofonici e quant’altro,
in Italia, paese che tra l’altro lei amava in senso assoluto solo una velina su alcuni TG.
A tutti voi che leggete consiglio di procurarvi un suo cd, è musica cantata con il cuore e solo con il cuore, diversamente da quando stanno promuovendo oggi in Italia, che pur di promuovere ........
Sul TG in prima serata, (anche prima delle morti sul lavoro) la notizia è:
è cassiera in un supermercato,
nel suo disco hanno collaborato…….
Mamma Africa non ha avuto bisogno di questi mezzucci, quando la musica arriva dal cuore e non dalla mente .....prima o poi .......colpisce il bersaglio!!!!!

lunedì 10 novembre 2008

Facebook e il paese delle teste vecchie

Facebook. Iniziare un post su questa "nuova" piattaforma non è facile.
Inizierei dal mio punto di vista, non potrei fare altrimenti.
Mi registrai a Facebook (ora FB) molto tempo fa e scoprii di essere in una terra sconosciuta, complicata, desolata (In italia) e in inglese.
Come tutti i social network, le potenzialità e l'utilizzo di FB hanno avuto senso quando si è "popolato" di persone.
E' stato tradotto in italiano, ed è bastato la critica spietata e incompetente della stampa nostrana per far si che il fenomeno esplodesse in Italia.
Della serie: i giornali ne parlano male quindi il prodotto è buono.
Ed è cosi.
Ne parlano male, ovviamente poichè porta la gente a ragionare, un articolo preso da
qualche giornale può essere discusso facilmente, si possono organizzare gruppi d'interesse pubblico o privato, si possono organizzare eventi, si può fare di tutto.
Quando FB permetterà le conversazioni audio/video allora ne vedremo delle belle.
I nostri grandi pensatori che prestano i loro emeriti studi di sociologia , parlano di FB come un
mezzo per combattere la solitudine, circondati da amicizie virtuali che parlano di tutto e di niente.
Non sanno che come ogni cosa nata esistente in Internet, dipende da come lo si usa.
E non è vero che FB uccide il blog, sono due cose completamente diverse.
In FB ti leggono solo i tuoi amici, nel blog qualsiasi persona ti può leggere.
Questo post non avrebbe senso in FB. In FB un post del genere verrebbe letto solo da amici e avrebbe un altro senso. Anzi...meglio...questo blog cosi privo di commenti "esterni" potrebbe essere utilizzato meglio in FB...e chi conosce FB può capire il perchè!


In Internet c'è di tutto, come ben si sà. Tutto sta nell'utilizzo che le persone ne fanno.
Gli eventi REALI sono organizzati in FB, pubblicità e quasi ottimale organizzazione a zero lire.
Mi dispiace che alcuni sbloggati hanno timore di questa piattaforma, mi dispiace ascoltare qualcuno che sostiene che la cosa non interessa (poichè non la conosce), mi dispiace ascoltare qualcuno che dice di non avere tempo. Il tempo cosi tiranno che quando se ne ha a disposizione lo si passa a leggere i giornalacci; mentre il mondo va avanti, il mondo di alcuni si ferma, in coma farmacologico imposto dai media nostrani.

venerdì 7 novembre 2008

DUE GIORNI DI PIOGGIA DOLCE E BATTENTE.... E DUE GIORNI DI SOLE E GENTE





Ecco, come promesso, il resoconto della mia settimanella a lucca, al salone dei comics e dei games.

Almeno 130.000 biglietti venduti per una città che fa fatica a reggere l'orda barbarica ma che sa ospitare con un secco, aperto e beffardo sorriso. Una pioggia insistente, dolce (a questo proposito, possibile, epursimuove, che la pioggia qui sulla costa sia più aspra e carica di salsedine?), la gente del posto in bicicletta a qualsiasi ora della notte, affaccendata e per nulla dedita alle chiacchiere. Si dice che il lucchese sia molto più avaro del genovese, immagino di si, ma lo fa con una tale leggerezza...
Lucca, interamente circondata da mura, con la famosa piazza dell'anfiteatro, le 100 chiese all'interno della città vecchia, l'Ilaria del carretto e il Volto Santo....Un gioiello di città d'arte, verdissima e circondata da pacate case e villette cinquecentesche dove lo sguardo si posa con meraviglia e lascia partire l'immaginazione. Caratteristica che salta agli occhi è la cura, costante e non invasiva, che il lucchese ha del territorio. Il cemento è solo sulle strade esterne, i marciapiedi sono di ciottolini, il porfido vecchio non viene sostituito completamente ma aggiustato, le locande (divine, anche 'sto giro ho preso un paio di chili) hanno l'arredo originale, le insegne, le serrande di legno....Sei in una città dove è palpabile l'amore e la cura dei suoi abitanti, il senso di appartenenza ad una comunità.

Io ho lavorato 20 ore al giorno, affrontato problemi logistici, sopportato fallimenti di iniziative a cui tenevo, parlato, conosciuto, (per due volte mi hanno sbattuto in cene di lavoro dove non conoscevo nessuno, per fortuna il vino era buono) rassicurato disegnatori preoccupati per la crisi o in preda a devastazioni artistiche e intrigato editori. Ma è stato esaltante, vivere il dietro le quinte un evento simile, dare del tu a editori importanti d'oltralpe e a mostri sacri del cinema in decadenza....

giovedì 6 novembre 2008

Meteo, novità a metà novembre

Si amici sbloggat,i da ieri osservo le mappe meteo del geopotenziale a 500 hpa che mostrano (più o meno tutti) interessanti novità per metà novembre; in pratica una nuova ondulazione meridiana con l'innesco di una formazione depressionaria sulla nostra penisola, in termini pratici nuova fase di maltempo.
Ma lo scenario che mostrano i modelli europei del ECMWF e del GEM sono, seppur simili al'americano GFS, una situazione di chiaro stampo invernale, con un bassa pressione sull'area jonica alimentata dall'alta pressione russa di matrice termica(aria fredda); in soldoni maltempo al sud e centrali adriatiche(fin'ora rimaste fuori dal maltempo) con temperatura in forte diminuzione.

Vedremo amici del blog quale dei modelli prevarrà, la distanza temporale impone prudenza, ma per gli amanti del brivido freddo, si può iniziare a sperare in qualche significativo cambiamento.

mercoledì 5 novembre 2008

Il coraggio e la speranza al posto della paura!!!

Yes we can. Ancora una volta gli States, nei momenti difficili della loro storia, tirano fuori il coraggio e la speranza, mettendo da parte la paura; 40 anni dopo che un'altro afroamericano disse I have a dream, si porta a termine un disegno che molti ritenevano un' utopia. Ho un'età abbastanza "matura per capire l'importanza storica di un afroamericano nella White House, sono cresciuto ascoltando frasi del genere "nel mondo certe cose cambieranno solo quando vedremo un presidente nero a capo degli USA".
Bene, il 4 novembre 2008, sarà una data che ricorderemo a lungo. Nelle passate ultime due elezioni gli americani votarono con la paura addosso, si chiusero a riccio e la paura condizionò l'opinione pubblica americana (una macchina poderosa), facendola accettare scelte estreme che poi si rivelarono disastrose.
Ora, dopo tanto penare, tra guerre sparse per il globo e con l'economia in grave difficoltà, i disprezzati yankee, gli odiati gringos cambiano aria, spalancano la finestra e fanno entrare aria fresca, dando una lezione di vera democrazia alla vecchia Europa, ai cugini latinoamericani ed al mondo intero.

Vedo tanti miei connazionali gioire per questa elezione, probabilmente dopo 8 anni di presidenza Bush (uno dei presidenti in assoluto mano amati dagli americani) c'è da rallegrarsi per il cambiamento, ma a me francamente viene spontaneo fare dei paragoni e mi deprimo immediatamente. Loro hanno un quarantenne con una storia pulita alle spalle (di lui sanno vita morte e miracoli) che parla al cuore delle folle, noi un settantenne circondato da altri settantenni (anche oltre), con vite politiche eterne spese tra conflitti d'interesse, trasformismi, problemi legali, clientelismi etc., e che al massimo parlano alle nostre tasche (forse più alle loro).
E' inutile, qualcosa nel nostro paese non funziona (parecchie cose), dal dopoguerra abbiamo avuto una forza politica che ci ha governato ininterrottamente per 50 anni senza avere un'alternanza (altro che aria fresca), poi una serie di governi, pieni di inciuci, conflitti di interessi, leggi porcate, governi ballerini e chi più ne ha più ne metta!!!
Eh si, il sogno italiano non appartiene all'uomo comune, se uno oggi nasce figlio di un metalmeccanico ha solo da sperare di non essere figlio di un precario, e se poi crescendo ha un sogno, questi dopo anni di patimenti, lo vende il primo politico per una promessa che altro non è che una condanna.

Amici del blog, oggi comunque per chi come me conserva sempre la speranza per il futuro, è un bel giorno, anche se dovrà passare molto tempo per vedere uomini e donne di 40 anni dirigere il nostro paese, per vedere giovani competenti occupare posti di potere nelle società italiane, negli enti pubblici e/o privati, al posto delle mummie attuali inchiodate alle poltrone del potere, dentro stanze dove si respira un aria fetida, sò che tutto questo un giorno anche da noi cambierà.

lunedì 3 novembre 2008

AAA Graziana cercasi

Sei, sei, Graziana dove seiiiiiiii!!!!!
Ci mancano i tuoi post!!!!!!!!!
Dai su, trova un minutino e deliziaci con uno dei tuoi post!!!!!
Con tutto questa confusione che stà girando intorno alla scuola adesso!!!!!
Una domanda mi sorge spontanea, e siccome tu puoi rispondermi in triplice veste (mamma, educatrice e a suo tempo bambina) credo che sei la persona giusta: Come sono cambiati i bambini in 20 anni che i nostri governi decidono di fare riforme su riforme? I tempi della cultura scolastica sono così veloci?
Certo della tua risposta (sotto forma di post) aspettiamo trepidanti!!!!!

sabato 1 novembre 2008

Rotolando verso sud......

A volte, quando ho un po' di tempo libero, mi metto a curiosare sulla stampa straniera, dal Times al Le figaro passando per il New York Times ed altri ancora, per .... "udire altre campane" ; sinceramente della stampa nazionale diffido da molti anni, per non parlare della televisione, dove in certi TG le notizie sono un dettaglio mentre il condimento della notizia è degno del migliore "avanspettacolo". L'ultima conferma l'ho avuta in occasione degli scontri accaduti (palesemente provocati) a Piazza Navona lo scorso mercoledi 29 durante la manifestazione studentesca, dove decine di telecamere hanno ripreso chiaramente quel che è accaduto (sulla rete ne circolano a decine), eppure si son dette ancora una volta notizie "condite" a proprio gusto e orientamento; del resto anche in Parlamento chi ha riferito i fatti non ha certo brillato per obiettività. Leggendo come il giornale francese Le figarò da risalto e spazio alle manifestazioni studentesche di questi giorni mi ha fatto riflettere come il nostro bel paese rotoli..... Les Italiens dénoncent la réforme scolaire
Sinceramente sono rimasto sorpreso (forse anche qualcun'altro) dalle manifestazioni studentesche, dalle masse che in tutte le città italiane si sono mobilitate; da tempo avevo la forte sensazione che le nostre coscienze erano irrimediabilmente drogate e /o dopate e che nonostante le nefandezze che tutti i giorni sopportiamo, la rassegnazione stile peones mexicani imperasse senza ostacoli (anche in questo blog vedo un certo torpore). Ed invece dai giovani, che tutti giorni critichiamo e condanniamo senza appello, abbiamo avuto una bella lezione di democrazia, ed è naturale che la politica cerchi di "bagnarci il pane", chi per strumentalizzare, chi per dare un colore politico a qualcosa di un tantino più alto......
...... Sfogliando il prestigioso Times sono rimasto sorpreso di vedere un ampio articolo che parlava di investimenti immobiliari in Abruzzo, dove ormai da tempo è iniziato un movimento immobiliare con i sudditi di Sua Maestà The Quenn, che a decine acquistano proprietà da restaurare in tutto l'Abruzzo interno (quello rimasto autentico e non deturpato) vedi link:
Buying property in Italy's Abruzzo region. Per gli inglesi siamo una interessante opportunità a basso costo e questo grazie alla conservazione ( per puro miracolo) delle nostre bellezze naturali, urbanistiche e tradizionali delle nostre zone interne, dove l'emigrazione di massa e l'abbandono hanno evitato scempi come per le zone costiere.
Rotoliamo amici sbloggati, rotoliamo tristemente verso sud....
..... magari un giorno torneremo ad essere una nazione dove se due giovani si innamorano possono almeno sognare!!!!


giovedì 30 ottobre 2008

Meteo...patici, come sarà Novembre?

Apro una nuova etichetta amici del blog, dedicata ai meteopatici, a tutte quelle persone che hanno un umore sensibile al clima, alle quali basta un raggio di sole o due gocce di pioggia per compromettere una giornata.

Per gli amanti della pioggia e del clima instabile e perturbato, ci sono buone notizie in arrivo, principalmente a chi vive al nord e sulle tirreniche, dove da giorni cade pioggia abbondante e ne cadrà ancora, mentre per gli adriatici (soprattutto da Ancona in giù) le nuvole vanno e vengono ma la pioggia sarà scarsa ed isolata.
Vi sarà una breve tregua nel week end per un breve miglioramento, ma poi tra lunedì e martedì tornerà l'instabilità, diffusa al nord e tirreno, ma questa volta qualche occasione piovosa ci sarà anche sulle adriatiche e meridione. Non sono le classiche perturbazioni, il maltempo è dovuto a scambi meridiani di masse d'aria di diversa estrazione e, fino a quando persisterà questa situazione, il clima resterà sempre molto instabile ed incerto. (almeno per tutta la prima decade del mese)

Agli amanti del sole e del clima stabile e mite, dopo un ottobre fantastico, occorre pazientare, novembre si sa non è il loro mese preferito, ma sicuramente torneranno delle belle giornata (forse per la famosa estate di San Martino)

E tutto amici sbloggati, all'amico fraN amante della pioggia, consiglio di accontentarsi, la nostra città adriatica non è certo famosa per quantità pluviometriche importanti, ma se viveva in Puglia o Sardegna era sicuramente peggio.

martedì 28 ottobre 2008

Uffizi, Italia


Vado a parafrasare il titolo di una trasmissione di Gad Lerner (la ricordate?). Dopo aver idealizzato per anni i celebri Uffizi, ho visitato questo museo noto come il non plus ultra della pittura italiana. L'inizio è entusiasmante con Giotto e Piero Della Francesca, ma poi si arriva alla sala che dovrebbe rappresentare l'apice dell'intera collezione, quella con i capolavori di Botticelli: La nascita di Venere e La Primavera. L'opera che da sempre ci fa restare a bocca aperta a guardarla raffigurata ovunque (vero, fraN? ricordo un tuo post e/o il desktop del tuo pc) coi suoi colori brillanti è molto più vivida nell'immagine di questo post che non dal vivo. Illuminata poco e male, con i riflessi sul vetro viene svilita e depressa. E andando avanti non va meglio: la Madonna del cardellino di Raffaello è assente per restauro dal '99 (adesso scopro, beffardamente, che tra un po' tornerà ad essere esposta)! Leggiamo però sulla guida che il visitatore non deve commettere l'errore di saltare le ultime sale che arrivano subito dopo una serie di opere minori: ci sono, tra gli altri, i capolavori fiamminghi ad attenderci. Peccato che queste sale siano chiuse (scopriamo poi che, genericamente, non sono sempre aperte...).
Conscio di scatenare le ire dello Spoltorese mi è impossibile fare l'impietoso confronto con il Louvre visitato la scorsa estate: i francesi ci avranno pure depredato dei nostri capolavori ma devo tristemente dirmi d'accordo con quanto affermava un mio amico di ritorno da Londra: a vedere l'efficienza e la competenza con le quali le nostre opere sono trattate c'è quasi da essere contenti che siano conservate lì.
Ebbene sì, è ufficiale: gli Uffizi sono in Italia.

domenica 26 ottobre 2008

Anni 2000, anni folli!!

In questi giorni siamo un po' tutti preoccupati, prima con le banche che saltano, titoli ed obbligazioni che diventano carta straccia poi, con il passare del tempo, ci siamo resi conto che questa non è una crisi finanziaria qualunque e le cose stanno peggiorando giorno dopo giorno. L'economia reale è ferma da tempo, anzi già annaspava con gravi problemi da un paio d'anni, ma ora con le banche che hanno tolto l'ossigeno ad un malato terminale, la paura che in molti facciano "crack" è davvero tanta. Naturalmente come al solito chi ne pagherà maggiormente le conseguenze sono le categorie più deboli, dipendenti e pensionati in primis. Leggevo stamani che l'ultima "sola" di Stato ci è stata rifilata con la proposta dei fondi pensione con il TFR; quelle persone che hanno volturato l'accantonamento del TFR con i fondi (vivamente consigliati anche dai sindacati), ci stanno rimettendo parecchi soldini (come sempre).

Anni folli quelli del duemila, tutti a spendere e spandere, mutui, leasing, debiti per casa, auto, barca, vacanze, palestra, frigorifero, beauty farm, palma sulla spiaggia, chi più ne ha più ne metta.
Mi viene da pensare alla favola di Esopo, quella della Formica e la Cicala, e purtroppo feci un post premonitore al riguardo, invito gli amici sbloggati a rileggerlo (commenti compresi) LA CICALA E LA FORMICA) .....
..... ed ora con l'inverno alle porte, anche se mi dispiace scriverlo, come Esopo ci raccontò, se l'estate l'hai trascorsa cantando, adesso balla!!!!!

venerdì 24 ottobre 2008

Meteo prossima settimana, il vento protagonista

Si amici sbloggati, amici noti, meno noti ed ... anonimi, il vento sarà il vero protagonista della prossima settimana. Infatti è confermato, dal prossimo martedì 28 ottobre, l'arrivo della prima vera tempesta equinoziale. L'anticiclone delle Azzorre in questo week end si porterà su latitudini elevate, fino quasi a raggiungere la groenlandia, e questo favorira la discesa di aria artico marittima fin nel cuore del mediterraneo.
In questo modo nei nostri mari si verrà a formare una ciclogenesi, con l'intensificazione dei venti per un forte gradiente barico tra il mediterraneo e l'Europa continentale(come evidenzia il modello GFS del geopotenziale a 500 hpa previsto per le ore 18 UTC del 28/10/08).
Il tempo sarà fortemente instabile e perturbato soprattutto al nord e regioni centrali tirreniche, ma anche il sud e le centrali adriatiche avranno la loro parte di mal tempo.

Dunque amici, ottobre dopo averci regalato tanto sole (come scrissi l'ormai lontano 8 ottobre) concluderà i suoi giorni facendoci piombare nell'autunno più turbolento.
Alle prossime amici, ai prossimi post.

manca il tempo


Quando ero giovane, generalmente festeggiavo il mio compleanno sotto un capanneto vendemmiando . Ora che sono più grande lo passo sotto un oliveto raccogliendo le olive. Qualcosa non mi torna!!!! Che cavolo stà succedendo? Si è anticipato tutto di un mese? Essendo curioso di natura ho condotto una mia indagine personale per saperne di più.
Venerdì 26 Settembre chiedo ad un anziano di 84 anni:
“ZinDò picchè scti a villignà lu 26 di Settembre? (n.d.t. Zio Antonio perché vendemmi il 26 di Settembre) LA risposta è stata: “Bardasciò villegne mo picche dope tinga coje la live” (n.d.t. ragazzo vendemmio adesso perché dopo devo cogliere l’ulivo). Bella risposta! Gli sarebbe mancato il tempo!!!! Ma quale tempo? Approfondisco chiedendogli :Zindò pel u sctesse mutive vi a pijà la pinzione la matina preste de lu jurne stabilite? (n.d.t. Zio Antonio , per lo stesso motivo vai a prendere la pensione la mattina presto proprio nel primo giorno esigibile).
La sua risposta: Noneeee la pinzione li vaje a pijà lu jurne stabilite picche se me more li solde armane a lu guverne, pe la fatije di cambagne m’apprescte pecchè lu monne sa cagnate!!!! A lu vine pure se ve malamente pecchè l’uve è cerve ci mette la provele e s’aggiuste, e la sctessa cose e èpe la live!!!! Mo ci stà li prodotte!!!!!
(N.d.t. No, la pensione la vado a prendere il giorno stabilito perche nel caso dovessi morire i soldi resterebbero al governo, per i lavori di campagna invece, mi anticipo perché il mondo è cambiato!!! Al vino anche se va a male perche sto cogliendo l’uva acerba ci metto una polvere chimica e si aggiusta, la stessa cosa per le olive!!!! Adesso ci sono i prodotti!!!)
Avete capito cari amici, ci si anticipa, si corre tanto!!!! Perché, comunque, alla fine c’è sempre una polvere che aggiusta tutto!!!! Alla mia domanda quindi perche si anticipa la vendemmia o la raccolta delle olive, la risposta è semplice: Bisogna correre!!!! E se cadi? C'è la famosa polvere aggiusta tutto!!!!!!!
P.S. Questo posto dovevo pubblicarlo tempo addietro ma il mio Explorer ha fatto un po di capricci!!!!!!!

mercoledì 22 ottobre 2008

Meteo fine ottobre, Italia divisa in due

Amici del blog, un rapido aggiornamento sulla situazione meteo nella nostra penisola; le condizioni meteo sono in una fase di peggioramento, già in atto sulle regioni più occidentali (in Sardegna sono in atto intense precipitazioni) per l'arrivo di una depressione creatasi nel mediterraneo occidentale che nei prossimi due/tre giorni influenzerà negativamente il clima su buona parte del territorio nazionale. Dapprima saranno interessate soprattutto la Sardegna, Sicilia ed il Nord Ovest; poi da domani le precipitazioni interesseranno anche la Lombardia, l'Emilia e parzialmente le centrali tirreniche.
Invece le regioni adriatiche avranno una nuvolosità irregolare a tratti intensa, ma con scarsa probilità di pioggia. Le temperature complessivamente resteranno su valori superiori alle medie del periodo per l'l'afflusso di miti correnti meridionali.

Comunque da Domenica 26 il clima avrà un rapido, deciso ma temporaneo miglioramento poichè per la serata di martedi 28 ci sono importanti novità in vista, ma di questo avremo modo di riparlarne nel prossimo post.
Alla prossima amici sbloggati, pronti come sempre ad anticiparvi le novità meteo.

giovedì 16 ottobre 2008

Riunione Mensile FRASCiA

Avviso importante, la riunione è spostata il Lunedi 27 Ottobre, per consentire a tutti di essere presenti.

Come potete intuire dalla foto, il nostro grande epursimuove farà le sue previsioni meteo per i primi 15 giorni di Novembre, in diretta, alle ore 23:00.
La sua trasmissione sarà registrata così la potrete vedere in differita. Un altro piccolo passo verso il successo.

Sintonizzatevi quindi Lunedi 27 sul nostro blog: ne vedrete delle belle.

p.s.
La foto è solo un esempio, la scenografia sarà più spartana e il nostro epursimuove non sarà all'altezza della ragazza, ma forse più competente

mercoledì 15 ottobre 2008

Poverty - Ancora Africa


Ci troviamo a (ri)parlare di povertà su questo blog e ancora risuona l'eco dei reportage dello Spoltorese in terra d'Africa. Solo qualche giorno fa leggevo l'ennesimo articolo su una rivista a proposito della carestia in Somalia che sta decimando la popolazione, soprattutto bambini. Carestia dovuta alla siccità, alla quale hanno dato una grossa mano le speculazioni sui prodotti alimentari che ne hanno fatto crescere il prezzo in maniera esorbitante...
Di fronte a tutto ciò mi chiedo se e quanto un post su un blog possa servire. Ma intanto c'è anche il mio, nel dubbio.

rispetto e poverty

Quanti post!

Secondo me la povertà è relativa, così come la ricchezza.
Non parlo certo di quella che ti fa soffrire la fame, che non ti permette di curarti decentemente, che ti fa morire di freddo o di sete... quella è genocidio, voluto e mantenuto anche da noi! Assassini della stessa risma di quelli che fanno guerre inutili... come se giocassero a Risiko.

Io, per molti, sono povera, pochi soldi, poche comodità, pochi regali da fare ai bambini...
Per l'altra metà del mondo sono ricchissima, posso scegliere come coprirmi, nutrirmi e quale comportamento etico avere.
E credo sia questo il vero indice di ricchezza, nella società in cui viviamo: poter scegliere e testimoniare un comportamento etico.
Sentirmi degno di rispetto così come sono e portare rispetto a che dorme sotto un ponte e per scaldarsi preferisce l'alcol ad una coperta, o ai ragazzini di Napoli che sono quasi costretti a farsi sfruttare dalla criminalità per sperare in una vita migliore.
Rispetto per chi non riesce a non comprarsi l'ultimo telefonino o a consumare lo stipendio al gioco nella speranza di diventare milionario. Rispetto per chi ci vede ricchi e invade il nostro paese e per chi non sa pensare ad altro che al nuovo cosmetico che ti fa sentire bellissimo.
Solo dal rispetto profondo per l'umanità che mi circonda posso “sentirne” la ricchezza e operare in modo efficace. Senza veli e senza illusioni.

Poverty nella mia mente

Ho chiesto a mia figlia, sai cos'è la povertà? Lei mi ha risposto: si, quella che hai visto tu in Senegal, poi proseguendo mi ha chiesto e tu sai cos'è la povertà? Ho riflettuto un po' e poi ho liquidato il tutto con un semplice sì. I miei pensieri sono partiti, cos'è la povertà? Un turbinio di pensieri si è scatenato nella mente, riflettevo su tutto e di tutto, alla fine ho trovato questa conclusione: per me la povertà è quando conduci un'esistenza che ti priva dei sogni, così come ho visto nei quartieri neri Statunitensi, così come ho visto nel Senegal, così come ho visto in alcuni centri di prima accoglienza siciliani, così come ho visto nei quartieri spagnoli di Napoli, così come ho visto nelle campagne lucane, così come ho visto ………. Nessun sogno hanno queste persone, o meglio un sogno l'hanno: che la morte li porti via dal loro incubo.

martedì 14 ottobre 2008

West Poverty, other point of view

Senza scomodare wikipedia, la povertà dovrebbe essere la mancanza di qualcosa.
Noi occidentali siamo poveri poiché per noi ne esiste solo di un tipo.
Povertà per noi occidentali , abituati allo spreco , abituati a "chorar com barriga cheia"...ricordate?
vediamo la povertà solo nell'aspetto indubbiamente peggiore: fame, sete,salute....
Altre persone vedono nella povertà con chi possiede un auto vecchiotta, oppure chi non può andare a ballare tutte le sere.
Ritorniamo all'inizio; povertà mancanza di qualcosa. Aggiungiamo importante.
Ecco che si scopre la nostra povertà: poveri di felicità, poveri di spirito, poveri di futuro, poveri di amici , poveri di felicità, poveri.

E' strano il mondo. Poveri felici e ricchi infelici.
Povero che guarda l'inizio di una nuova giornata con felicità.
Ricco che guarda l'inizio di una nuova giornata come altri denari nelle sue tasche.
E' tristissimo essere povero pur avendo tutto, poichè tutto si può avere ma nessuno puoi essere se non lo sei. Essere poveri è anche questo...e forse è il modo peggiore per esserlo.

Poverty..... quanta ipocrisia intorno ad essa!!!

La povertà, quella vera, quando la vedi con i tuoi occhi ti fa lo stesso effetto di un pugno nello stomaco, ti mozza il respiro e ti paralizza di fronte ad essa; non riesci a fissarla, ti fa girare il capo, abbassare lo sguardo perché in realtà te ne vergogni e perché sai che fai poco o praticamente nulla per combatterla, anzi forse più o meno involontariamente la alimenti.
Tutti i giorni ascolto tante persone lamentarsi, dire che non arrivano alla fine del mese, anche se molti non dicono il vero. Le poche volte nelle quali ho capito che davanti a me avevo una persona davvero povera, questa non si lamentava affatto, forse perché provava vergogna o aveva pudore di esternare certe cose, comunque ho imparato a diffidare di chi si lamenta troppo.
A volte mi piacerebbe fare qualcosa di concreto, credo sia nostro dovere farlo, ed invidio le persone che hanno dedicato impegni e sacrifici per combattere la povertà.
Stiamo vivendo un periodo difficile, fatto di intolleranze (tollerare un verbo in voga che non mi garba, mi fa pensare a sopportare qualcuno o qualcosa) di paura del diverso, tutti a difendere con i denti vecchi privilegi, frutto di una ricchezza che lentamente ci sta sfuggendo.
Oggi altri popoli bussano alla porta del benessere, perché anche loro vogliono partecipare al taglio della torta, dopo che per secoli sono stati esclusi. Credo che stiamo vivendo un periodo di “rimescolamento delle carte in gioco” e fra qualche anno gli equilibri saranno diversi da quelli attuali.

La crisi finanziaria che, partita dagli USA, si è abbattuta sul mondo intero, mi ha fatto notare come per salvare banche ed i nostri risparmi si tirino fuori migliaia di milioni di dollari come se fossero bruscolini, una moltitudine di paesi che improvvisamente parlano una sola lingua..... ....... ma per la vita di milioni di bambini che ogni anno muoiono di fame, una strage che da decenni a questa parte è sotto gli occhi di tutti, assistiamo a pantomime patetiche ed alla fine si tirano fuori solo pochi spiccioli. Che vergogna!!!!

lunedì 13 ottobre 2008

Poverty no Brasil ainda?

Non seguo da tempo la cartaccia stampata italiana, non so se la notizia è comparsa anche in Italia. A largo di Santos (Brasile) è stato scoperto un giacimento ricchissimo di petrolio. Talmente produttivo che nel prossimo anno, il Paese sudamericano entrerà nell'elite dei Paesi produttori (ed esportatori) di petrolio.
In Brasile, ma anche in Argentina, si domanda se la notevole ricchezza sarà ripartita anche fra i poveri delle favelas brasiliane. Le azioni della Petrobras sono al 40% possedute da stranieri. Petrobras, che è un'azienda con un capitale già enorme, è stata definita come l'azienda che possiede il Brasile! Ovvero : O Brasil è da Petrobras. Pronta è stata la risposta del presidente Lula, che ha invertito i termini: Petrobras è do Brasil. Ci sarà la nazionalizzazione della compagnia, come in Venezuela?
La povera gente beneficerà di questa immensa richezza, o tutto andrà nelle tasche dei soliti noti?
Ci sono state le amministrative in Brasile (primo turno, 4 ottobre), le favelas di Rio (e alcune città del nord) sono state occupate dall'esercito per garantire un pò di democrazia. I narcotrafficanti hanno fatto trovare le favelas linde e tranquille. L'esercito è stato accusato di scendere a patti con i delinquenti. Cosa accadrà quando arriverà questa colata di oro nero?
Arriverà un pò di giustizia sociale e economica? Un pò di tranquillità?
I brasiliani pensano che con questa scoperta, un futuro migliore si avvicina, anche se non ci credono tanto. E' questo che invidio moltissimo a loro, la vista di un futuro migliore...anche se impossibile, anche se lontano...lo aspettano.
Sinceramente qui, io mi aspetto sempre il peggio. Con l'aggravante che è quasi certo.

15 Ottobre (BLOG ACTION DAY)


Blog Action Day 2008 Poverty from Blog Action Day on Vimeo.


Il blog FRASCiA sensibile alle tematiche umanitarie aderisce anche quest'anno al Blog Action Day del 2008! Quest'anno si parlerà di povertà. Invito i nostri inviati di postare nei giorni attorno il 15 ottobre (quindi da ora) dei post sulla povertà. Per aumentare le nostre voci (dei bloggers) vi invito anche a riportare la parola poverty nel titolo del post. Conto su di voi!

Post di servizio

Per i soli amici “certificati sbloggati”
Come ormai consuetudine, l’ultimo martedì del mese si riunisce il comitato di redazione del blog. Siccome in passato abbiamo avuto le proteste dell’alpina, congiuntamente all’editore abbiamo pensato a questo post di servizio, con notevole anticipo al fine di evitare altre concomitanze. Località: Studio meteo dell’editore del blog , Pietanza: arrosticini, pane di casa e speck (per far contnta la nostra alpina, vino rosso tendente al nero. I piatti e bicchieri in plastica saranno forniti dall’editore, il vino dal sottoscritto , il costo degli arrosticini e pane sarà diviso tra tutti a fine cena. Date la vostra disponibilità contattando il nostro bravo editore.

P.S.1 dimenticavo …l’ultimo martedì è il 28 Ottobre!!!!!
P.S.2 (fraN non è la ps2 della sony) fraN aggiungi l'immagine e letichetta che il mio explorer è datato!!!!
P.S.3 Se all'alpina va bene garantisco io sia il trasporto d'andata che quello di ritorno.

Ci vedi?

Gli occhiali servono per vederci meglio o per attenuare i raggi solari. In questo periodo, usiamo tanto gli occhiali da sole, infatti come epursimuove scrisse, il sole è li nel cielo con i suoi forti raggi.
Gli occhiali servono anche a vederci meglio. Purtroppo non esistono occhiali che ci possono far vedere la vera situazione mondiale. Abbiamo visto le borse cadere, ora le vediamo salire. Ma con quali occhiali vediamo quest'altalena di dati percentuali? Gli occhiali forniti dalla stampa nazionale che ci distrae sempre con miraggi di ottimismo e con messaggi subliminali. Con storie sempre al limite del pettegolezzo. Abbiamo bisogno di occhiali. Non ci vediamo bene. Togliamoci gli occhiali da sole, oppure quelli da vista e guardiamo le cose cosi come stanno.
Forse anche se carenti di vista, è meglio guardare le cose ad occhio nudo o comperare altri tipi di occhiali.

Correre


E' bello ritrovare certe sensazioni.
Correre mi ha sempre fatto bene, fisicamente e mentalmente. E' un piacere che dura: tornato a casa, dopo una bella doccia, mi sento rinato, in pace con me stesso e con il mondo. In un documentario di Superquark veniva spiegato che questa sensazione di benessere fisico è dovuto al rilascio di endorfine che incidono anche sull'umore.
Sta di fatto che andare a correre è pesante e impegnativo, ma solo prima di partire: si cercano mentalmente mille scuse per ripensarci ma poi quando sei lì e fatichi e senti un po' la fatica ti lasci portare dal gusto della sfida contro te stesso, vuoi dimostrare che non molli e alla fine vieni premiato e sei contento di averlo fatto.
Andiamo di corsa tutto il giorno ma il piacere di correre per diletto mi fa riacquistare tutte le energie perse nella giornata.

mercoledì 8 ottobre 2008

La bussola.... nei secoli fedele compagna dei marinai

La bussola, questo antico strumento accompagna da molti secoli la dura vita dei marinai: cinesi, vichinghi, arabi già usavano anticamente dei magneti per orientarsi in mare aperto, poi gli amalfitani, validi marinai, la importarono dai paesi moreschi e la diffusero nel mediterraneo.
Ora nell'era della tecnologia più sfrenata, tra satelliti, catene di stazioni che in tempo reale ci danno la nostra posizione con precisione quasi assoluta, la bussola continua ad avere un posto privilegiato nelle sale di comando delle nostre navi. Ed è facile intuire le ragioni della fiducia cieca che i marinai ripongongono in questo strumento: con qualsiasi tempo, anche dei più tempestosi, con qualsiasi imprevisto e/o evento straordinario, gli aghi di una bussola magnetica continuano imperterriti ad orientarsi lungo le linee di forza del campo magnetico terrrestre ed ad indicarci il nord magnetico.
Nord magnetico amici, che differisce leggermente dal nord geografico, di un piccolo angolo che varia da zona a zona e che viene denominato declinazione magnetica, valore facilmente ottenibile con l'ausilio di una carta nautica rappresentativa della zona interessata.
Ma ricordatevi di un piccolo particolare: la bussola deve essere posizionata lontana da parti metalliche o dalle linee elettriche che inevitabilmente influerenzerebbero negativamente l'orientamento dell'ago, allontanandolo dall'indicare correttamente il nord magnetico.
Infatti, per questa ragione, sulle navi moderne (dove parti metalliche e campi elettrici abbondano) periodicamente i periti compensatori, effettuano una minuziosa operazione denominata "giri di bussola" per ridurre al minino quest' errore, noto ai marinai con il termine di deviazione magnetica, periti che alla fine rilasciano una tabella denominata "delle deviazioni residue".
Amici del blog, se desiderate approfondire l'applicazione del magnetismo nella nautica, cliccate su: Lezione 6 , troverete una valida lezione di magnetismo navale.

Meteo ottobre... sole, sole ed ancora sole

Si amici sbloggati il sole sarà il protagonista per almeno una decina di giorni sulla nostra penisola, regalandoci belle giornate tutte da godere. Infatti, la risalita dell'alta pressione subtropicale nel mediterraneo, ci proteggerà dall'assalto delle perturbazioni atlantiche per un lungo periodo, garantendo un clima stabile e soleggiato sulla nostra penisola; qualche sporadico caso di instabilità è prevista solo sulle Alpi e parzialmete oggi e domani su Sardegna e Sicilia occidentale; per il resto sole con un clima gradevole, ideale per trascorrere qualche ora all'aperto. Osservando i modelli per il lungo termine, l'alta pressione sembra dover resistere a lungo ai tentativi del flusso atlantico di invadere l'area mediterranea anche fino al 19/20 ottobre, ma questo è chiaramente da confermare (la cartina meteo allegata del GFS mostra per il 17 di ottobre un'alta pressione sulla nostra penisola in forma smagliante)

Quindi , come anticipatovi, dopo un finale di settembre decisamente movimentato e piuttosto freddino, ottobre ha invertito la marcia per tornare verso un clima più mite e stabile e, con il periodo freddo alle porte, conviene approfittarne per godere di queste belle giornate.
Alle prossime amici del blog, e buone passeggiate.

lunedì 6 ottobre 2008

CHIARE FRESCHE DOLCI ACQUE



Quando ero un'adolescente, si era in piena guerra fredda, s'immaginavano mani incerte su bottoni rossi che avrebbero dato inizio alla fine del mondo e libri e film davano corpo alla paura generalizzata della fine dell'umanità, a superstiti che vagavano come zombie in lande desolate ed inquinate. Poi abbiamo figliato, ci siamo innamorati, abbiamo fatto progetti... Ora siamo vaccinati, i ghiacci continuano a sciogliersi, le stesse mani incerte hanno sorelle e fratelli in giro per i mondo, gli uomini al governo continuano a pensare al loro orticello senza nemmeno far finta di essere a servizio della comunità....insomma, stiamo correndo verso la fine con una coscienza più assonnata, o forse semplicemente più persa dietro l'ultima uscita Nintendo o ”hobby” di turno.
Quattro interi giorni senz'acqua, mi hanno fatto pensare. Nessun problema ovviamente, ci si arrangia, s'impara ad economizzare, si studiano soluzioni che ti fanno sentire intelligente e capace, si gioca e, poi, si racconta ai ragazzini di quando le comodità (ed io sono una particolarmente spartana) non c'erano, di quando si scaldava l'acqua per il bagno, e si andava a prenderla al pozzo, di quando non si rifiutava il cibo perché non di proprio gusto, di quando ogni cosa era guadagnata, costruita e, quindi, assaporata.
Di quando l'acqua era un dono di natura.
Comunque scrivo questo per mettermi alla prova: chissà se tra un mese, alcune delle accortezze che ho sperimentato per risparmiare acqua saranno diventate sane abitudini, condivise serenamente con i miei cari, o se schiaccerò l'ennesimo sonnellino....

giovedì 25 settembre 2008

Previsioni meteo ottobre, cosa aspettarci?

Amici del blog, il mese di settembre volge al temine e certamente sarà ricordato come un mese senza compromessi, con caldo afoso fino al giorno 14, e poi una netta rottura con l'arrivo di aria fredda dal nord europa, e quindi un clima freddo ed instabile (per le adriatiche) che ci accompagnerà anche per oggi e domani venerdì 26 settembre, con piogge e temporali sulle adriatiche e buona parte del sud.

Ma cosa ci riserverà il mese di ottobre?
A breve termine da sabato 27 tornerà un po' di sole a mitigare le temperature freddine di questi giorni, almeno fino a lunedi 29 ottobre, quando una perturbazione atlantica porterà instabilità per un paio di giorni, questa volta soprattutto al nord e sulle tirreniche.
Poi, spingendoci oltre, dal 3 ottobre i modelli prevedono l'instaurarsi di un campo di alta pressione con il ritorno del bel tempo stabile e soleggiato, e con temperature in ripresa, almeno fino al giorno 8/9 di ottobre; probabilmente torneranno anche le nebbie sulle valli del nord e del centro.
Successivamente, dovrebbe tornare l'alito fresco ed instabile dell'atlantico a farci rientrare nel classico clima autunnale italiano, con una spiccata variabilità, piogge, umide nebbie etc., ma questo, data la distanza temporale, va chiaramente confermato.

Amici sbloggati, ottobre pare prometterci delle belle giornate di sole, tanto attesi da chi in questo periodo è impegnato nei lavori in campagna. Alle prossime dunque, come sempre, pronti ad anticiparvi le tendenze meteo.

mercoledì 24 settembre 2008

Serata spensierata


“Serata spensierata”
Ricetta per 4 persone
Sessanta arrosticini, mezza forma di formaggio pecorino a mezza stagionatura , 1.5 kg di pane casereccio , 1.5 litri di vino rosso, conditeli con: una spruzzata di ottimi video musicali di Bossa Nova , regolate di sale e cuocete intorno ad un tavolo per alcune ore. Questa è stata la serata sbloggata dei 4 componenti maschili del nostro Blog, trascorsa ieri sera a casa dell’editore del blog “fraN”. Serata fatta di risate e ricordi, “saudade” (spero che si scrive così altrimenti fraN ed epursipuove mi bacchettano) ed approfondimenti di musica popolare, tempi di cottura “de lli rrusste” e metodologia di “salazione, previsioni meteo e animate discussioni sul samba. Nessun gran tema politico, l’alitalia ci passava solo sulla testa ma non sentivamo nemmeno il rumore, non c’era il riscaldamento del pianeta… ma ….. solo……. Tanta serenità!!!!!!!!!! Grazie fraN dell’invito e grazie ad epursimuove ed a famedi fama di aver partecipato.
Alla prossima!!!!!!!!!!!
P.S. la foto sarà sicuramente molto cara al mio amico fraN

Epursimuove Online -Test

venerdì 19 settembre 2008

Meteo Adriatico, una settimana con l'ombrello

Buongiorno cari amici del blog anche se oggi per molti italiani non è esattamente una bella giornata (climaticamente parlando). Infatti la giornata scivolerà via con piogge diffuse un po' su tutto il territorio nazionale, ma già dalla tarda serata odierna inizieranno i rasserenamenti che domani, sabato 20 settembre, interesseranno tutto il territorio nazionale.
Poi da domenica 21 settembre, una potente alta pressione in fase di consolidamento, che si estenderà dalla Russia settentrionale alla scandinavia e fino alle isole britanniche, coinvoglierà sul suo lato meridionale fredde correnti che, dall'europa continentale, colpiranno direttamente le nostre regioni adriatiche. Tale massa d'aria, decisamente in contrasto con una circolazione preesistente sul mediterraneo, causerà lungo le regioni adriatiche ( soprattutto sul medio adriatico) condizioni di spiccata instabilità con frequenti piogge e rovesci; sull'appennino si rivedrà la neve già a quote relativamente basse per il periodo (sopra i 1600 metri). Questa situazione si protrarrà, tranne una breve pausa, almeno fino a giovedì 25 settembre.
Sulle altre zone del nostro paese il clima sarà fresco e un po' ventilato ma tutto sommato stabile.

Isomma amici senza alcun preavviso siamo passati rapidamente da una estate afosa ad un fresco autunno in piena regola; l'estate 2008 cosi come improvvisamente era iniziatà a metà giugno, improvvisamente è crollata a metà settembre, ma questi passaggi rapidi di stagione sono ormai una tendenza consolidata negli ultimi anni.

martedì 16 settembre 2008

Parfume Sem Cheiro

Eccomi di ritorno. Chiarisco subito due punti: non è un post brasiliano e il titolo significa Profumo senza odore.
Premessa dovuta.
Nella foto un pò piccolina noterete Brasilia. Una città dall'architettura innovativa, perfetta, organizzata come meglio non si poteva. Quando andai in quella città, fui intervistato dalla televisione (quando vado in Brasile mi intervistano sempre!) e mi chiesero cosa pensassi della capitale...e io risposi in questo modo: Como um Parfume sem cheiro.
Brasilia è perfetta, bella, ordinata ma proprio per questo orribile. La Croazia è un altro parfume sem cheiro (presto farò un post) ! La Croazia ha un mare meraviglioso, isole dappertutto, gente cordiale, tranquilla...ma senza cheiro. Anche la nostra Pescara è un mezzo parfume sem cheiro.
Mi sto accorgendo che molte cose qui non sono nemmeno parfume. Molte persone sono cheirose (profumate) ma non sono profumi...profumano artificialmente.
Lo cheiro è una proprietà del parfume.Un parfume senza cheiro non serve...anzi bisogna evitarlo.
Com muito axè, vosso fraN

Musica Svedese!!!!


Giorni fa ho ricevuto in regalo dal mio amico fraN un meraviglioso cd, contenente quasi tutta la discografia di un gruppo Svedese, il loro nome è: Bbokaspers Orkestre.
La loro musica, pur riscontrando la “freddezza” tipica nordica riesce a prenderti e ti stimola all’ascolto.
Non so se i loro lavori siano mai stati importati e distribuiti in Italia, se così non fosse vi allego il link della band: http://www.bokaspers.com/bokaspersorkester
Se avete la possibilità ascoltateli!!!!!!!



venerdì 12 settembre 2008

Arriva l'autunno.... di prepotenza!!

Amici del blog siamo alla vigilia del crollo definitivo del clima estivo, l'autunno, senza troppi complimenti, entrerà di prepotenza nel mediterranneo. La pertubazione in arrivo nelle prossime ore sul nostro paese provocherà l'annientamento della struttuta anticiclononica e l'avvio di una fase molto instabile e perturbata. Inoltre, le ultime elaborazioni, confermano che al seguito del fronte giungerà su di noi aria piuttosto fredda e questa situazione, in un mar mediterraneo ancora molto caldo, è un po' come gettare un fiammifero in una tanica di benzina.
Sabato 13, domenica 14 e lunedi 15 sono i giorni in cui vi sarà il radicale cambiamento climatico, ma anche la prossima settimana si preannuncia alquanto movimentata.

Dunque amici nei prossimi giorni ci attende un periodo perturbato con fenomeni di instabilità anche violenti tipiche del periodo equinoziale, quando le forze in campo cercano di ritrovare un nuovo equilibrio dopo il rapido passaggio dal caldo afoso estivo ad un clima prettamente fresco autunnale.

giovedì 11 settembre 2008

Codice verde!!!!


Cari amici del blog, spero che non vi capiti mai di andare al pronto soccorso dell’ospedale di Pescara, ma se nella malaugurata sorte vi capitasse di andare ……………… preparatevi ad una lunga, ma lunga , ma lunga attesa. Già, proprio così, ore interminabili da farvi passare il dolore per la rabbia (pensando positivo, altrimenti avrei scritto di farvi aggravare il trauma). Proprio così, entri alle 18.05 per un trauma da caduta, ed esci alle 23.30 perché esausto non hai più voglia di aspettare che: un medico generico ti guardi e ti dica: può accomodarsi fuori, la chiameranno per la sala raggi, dopo un’altra mezz’ora ti chiamano e lì scopri che………. ti attendono altre 2 ore di fila se ti và bene!!!! Non è possibile!!!!!!!!!!
E se nel tempo di attesa i dolori aumentano e gli arti impattati iniziano a gonfiarsi?
Niente paura SEMPRE CODICE VERDE E’

mercoledì 10 settembre 2008

Piogge e fresco finalmente anche al sud, arriva l'autunno!!!

Amici del blog le anticipazioni sul possibile arrivo dell'autunno sono ormai di fatto date per certo; nel prossimo fine settimana una ondulazione atlantica riuscirà a fare breccia nella potente struttura anticiclonica che fin'ora ci ha protetti dalle perturbazioni ed a gettarsi nel cuore del mediterraneo, apportando finalmente le tanto attese piogge anche al centrosud. La cartina meteo evidenzia le significative piogge previste per il pomeriggio di Domenica 14, cosa che al sud non si vedeva da mesi. E, come spesso accade in questo periodo di transizione, passeremo da un clima subtropicale di venerdi 12 ad una fresca giornata autunnale di lunedì 15.

Le ultime proiezioni parlano di fresco per tutta la prossima settimana con temperature in netta discesa, poichè dovrebbero cominciare ad affluire nel nostro paese correnti "fredde" provenienti dalla scandinavia e questo significherrebbe il crollo devinitivo delle temperature estive.

Insomma amici sbloggati, per farla breve, agli gli amanti del bagno al mare consiglio di approfittarne fino a venerdi 12 e forse in parte al sud anche sabato 13, poi mettete da parte costumi da bagno, pinne e maschere (a meno che non abbiate mute da sub), climaticamente parlando si torna in Europa ed al suo bel clima variabile.

lunedì 8 settembre 2008

Meteo autunno, finalmente novità in vista!!

Questa estate 2008 si sta dimostrando un osso davvero duro a morire, ed il caldo di questi giorni comincia a preoccupare molti operatori del settore agricolo ( il sud è arso come una steppa africana), così come gli enti preposti all'approvvigionamento idrico. La colpa di questo caldo fuori periodo è da imputarsi ad una persistente bassa pressione sulla zona iberica che, come un motore, pompa verso il mediterraneo calde correnti africane. Questa situazione si è proposta più volte durante l'estate, ma ora da un paio di giorni i modelli matematici continuano a proporre un a importante novità: la predetta bassa pressione nel corso del prossimo fine settimana dovrebbe traslare verso est ed interessare direttamente la zona mediterranea centroccidentale, e questo se si avverasse significherebbe la fine del pompaggio caldo africano ed arrivo sullo scenario di casa nostra del flusso atlantico portatore delle tante attese piogge nel nostro paese. Inoltre pare che la situazione dovrebbe persistere abbastanza per provocare un danno serio alla potente struttura anticiclonica mediterranea che come uno scudo ci ha protetto fin'ora dagli assalti atlantici.

Cari amici del blog vedremo se questo significherà l'inizio dell'autunno oppure se dovremmo aspettare ancore diversi gioni per tale evento, di certo dopo tanta staticità finalmente si intravvede qualcosa di nuovo nell scacchiere meteorologico.

lunedì 1 settembre 2008

Settembre, le previsioni parlano ancora d'estate.

Settembre amici del blog inizia sotto l'insegna dell'estate che tiene ancora saldamente il banco sullo sceneario mediterraneo, almeno fin quasi alla metà del mese. Sulla nostra penisola in particolare va detto che vi saranno dei timidi attacchi sulle regioni del nord, ma che resteranno tutto sommato isolati e senza effetti particolarmente significativi; al centrosud invece il clima resterà tipicamente estivo con il sole a dominare le nostre giornate, se si esclude una certa attività instabile sugli appennini, dove si avranno isolati rovesci.
Anzi va evidenziato che, nel prossimo fine settimana, una decisa rimonta di un promontorio africano sulla nostra penisola, provocherà per alcuni giorni un netto rialzo termico proprio al centrosud, con temperature di nuovo sopra la media. Poi successivamente, intorno al 13/14 settembre, le temperature dovrebbero scendere al nord e lungo l'adriatico, per un flusso atlantico su queste regioni che provocheranno una certa instabilità.
Vedremo amici sbloggati, per il momento settembre ci donerà belle giornate, le ultime di questa estate 2008; poi verificheremo se l'autunno inizierà a bussare timidamante o prepotentemente sulle nostre porte.

Stretta di mano


E’ fotografata, ritratta, decantata, ritirata, osannata, immortalata,
potrei proseguire fino all’esaurimento delle parole, ma la definizione che più mi piace è :
La stretta di mano è il simbolo per eccellenza dell’inizio di comunicazione tra due individui.
Delle volte rimango male quando viene stretta con poca pressione, altre volte rimango male perche viene stretta con troppa pressione.
Divento triste però quando NON viene stretta, nel mio pensiero lo ritengo una mancata voglia di comunicare, chissà!!!!
Personalmente faccio di tutto per evitare una mancata stretta di mano quindi penso che anche gli altri facciano lo stesso, purtroppo qualche volta non è così!!!!!!
Un consiglio a tutti noi sbloggati: tendiamo sempre la nostra mano, se non verrà stretta …… pazienza!!!!!!!!

mercoledì 27 agosto 2008

L'orticello di famiglia

Nel nostro amato paese quasi ogni famiglia possiede un orticello segreto che coltiva con amorevole cura, innaffiando quotidianamente con la giusta dose di acqua nelle varie stagioni climatiche, senza mai dimenticare di concimare mensilmente il terreno o potare gli alberi da fusto nelle stagioni adatte. Questi bellissimi orti sono inaccessibili agli estranei, solo i proprietari vi possono accedere per le sole cure botaniche poichè, i bellissimi frutti che vi si producono, sono gentilmente donati a pochi, esclusivi e meritevoli personaggi. Poco importa se tutt'intorno, praticamente dovunque, ci si deve muovere tra erbacce infestanti, piante parassite e arbusti spinosi che non producono nulla se non delle dolorose spine, particolarmente pungenti che quasi quotidianamente ci rovinano le nostre giornate!!!!.......

....... sono arcistufo delle erbacce, delle piante parassite e spinose, e per questo ho appena ho acquistato un bel macete africano molto ben affilato da usare su queste piante, e quintali di sale grosso da gettare in questi bei orticelli i cui frutti alimentano i personaggi che stanno rovinando il mio paese; battaglia persa in partenza forse ma ne frego, ne ho le scatole piene!!!!!

venerdì 22 agosto 2008

Meteo fine agosto, l'estate non molla la presa!!!

Da alcuni giorni controllo le mappe dei modelli di previsione GFS (americano) e di altro centri internazionali, alla ricerca di un qualche segnale che metta in evidenza un cedimento significativo di questa estate 2008 ma, dopo vari tentativi, devo ammettere che per il momento non si intravvede proprio nulla di serio all'orizzonte.

Si amici sbloggati proprio così, l'estate non intende mollare la presa e, tranne qualche sporadico cedimento al nord con episodi instabili specie su alpi e prealpi, per il resto del territorio nazionale continuerà imperterrita a donarci un bel sole almeno fino ai primi giorni di settembre. Uniche probabili eccezioni saranno dei deboli ed isolati episodi piovosi sulle zone montuose del centro.

Dunque questa estate 2008 contunuerà a regalarci belle giornate, alternando periodi di afa a periodi con temperature più gradevoli ma sempre con il sole dominatore delle giornate; alle prossime amici, pronti ad aggiornarvi.

martedì 12 agosto 2008

Meteo ferragosto, Italia divisa in due zone!!

Un breve rapido aggiornamento meteo per la giornata di ferragosto; malauguratamente proprio a cavallo della giornata ferragostana, il nostro paese sarà parzialmente interessato dal passaggio di una perturbazione atlantica che rovinerà la giornata del 15 agosto praticamente a mezza Italia.
Difatti dalla serata del 14 agosto il clima inizierà a peggiorare sul nordovest dove in serata su Piemonte e Val d'Aosta inizieranna le prime piogge; il tempo poi rapidamente peggiorerà su tutto il nord, e nel giorno di ferragosto anche su Toscana, Umbria e Marche. Le precipitazioni piu intense saranno localizzate soprattutto su Lombardia e nordest con fenomeni anche intensi (vedi cartina precipitazioni prevista per il 15 mattina).
Il sud, come spesso accade nella bella stagione, resterà protetta dall'alta pressione che nel cuore del mediterraneo è ancora ben solida, e dunque il clima sarà caldo e stabile e, come unico disturbo una ventilazione sostenuta, dapprima con venti meridionali che faranno salire le temperature al di sopra delle medie, e poi da sabato, una ventilazione nordoccidentale che renderà il clima più gradevole.

Buone vacanze amici del blog, le mie sono già finite, e se siete diretti al nord armatevi di pazienza il clima sarà piuttosto capriccioso.